Gokhan Inler

Gokhan Inler è nato ad Olten il 27 giugno del 1984 quindi sotto il segno “lunare” del Cancro.
Le posizioni del Sole, Mercurio e Venere di nascita nel segno del Cancro donano al giocatore grande sensibilità e l’importanza enorme della famiglia di nascita, di quella che lui forma, il senso della patria e quindi anche un grande senso di appartenenza ad un club…ad una squadra di calcio come se fosse una famiglia!
E’ quindi importante sentire intorno a sé questa sensazione, questo affetto per sentirsi a “casa sua” e dare il meglio di sé.
Tende a legarsi a doppio filo con un club che gli dà fiducia, ne ha bisogno per poter dare importanza al suo ruolo nel club e quindi nulla di più facile che tenti di cercarsi una società che abbia fiducia in lui non solo come giocatore ma anche come uomo e futuro consulente o manager.

Marte, pianeta importantissimo per gli sportivi, è nel segno dello Scorpione in congiunzione col razionale Saturno. Questo indica che sa come gestire le sue energie ed istinti, sa capire i punti deboli degli avversari: saggezza tattica ed astuzia prima della forza fisica!
Questi due pianeti sono in aspetto positivo con Giove quindi non fa mancare la sua prestanza fisico-atletica in mezzo al campo, ed anche in aspetto positivo al piccolo stellium in cancro (Sole, Mercurio e Venere) e ciò gli conferisce freschezza mentale, idee, geometrie e lettura delle situazioni in campo.

Infatti Inler pur essendo un mediano e non un “regista classico” o un “centromediano metodista” come si diceva una volta, abbina alla fisicità ed alla corsa del mediano, anche una buona visone di gioco, geometrie, lettura delle situazioni in sviluppo sia in fase costruttiva ma soprattutto in fase difensiva. Legge prima di altri queste situazioni e sa come e dove intervenire per bloccare le idee offensive degli avversari,

Non è un centrocampista appariscente per colpi alla brasiliana ma utilissimo ad una squadra per gli equilibri e concreto sia in fase nell’uno contro uno che per la enorme preziosità tattica.

Come dicevamo prima è importante per lui il concetto di famiglia sia personale che quello della squadra e quando qualcosa non va il suo rendimento ne risente molto.
Altra figura molto importante per Gokhan è la madre vera conoscitrice e fonte d’ispirazione ma anche di ansie per lui…dal rapporto con essa nasce il suo equilibrio come uomo!
Stesso discorso per la sua compagna di vita, è la persona che lo stabilizza!
Il rapporto col padre invece è quello chegli permette di stare ben ancorato alla realtà, gli stimola le ambizioni, lo spinge a migliorarsi, ad ottenere di più da se stesso e dalla vita.

Come atleta è alquanto completo se non fosse che a volte nelle sue prestazioni in campo sia un po’ contratto o troppo trattenuto come a “risparmiare fiato” e quindi non si lascia andare al 100%. Questo comunque non va visto solo come un fattore negativo ma anche di di saggezza!

Come calciatore non è certo colui che brilla per la tecnica sopraffina, il dribbling, i colpi di genio etc… ma ha ed avrà sicuramente il ruolo del grande saggio, della chioccia dei compagni, di quello che in campo pensa all’utile e lascia glia altri il compito dei colpi di classe da spettacolo.

Le stelle consigliano un ruolo di vero leader e la fascia di capitano sarebbe una possibile chiave per far sì che tiri fuori tutte le sue doti!

La posizione di Saturno e Marte indicano una certa difficoltà nel cambiare ruolo o compiti in campo, ha bisogno di metabolizzare ed adattarsi ai cambiamenti…una volta introiettato le nuove direttive del mister Inler diventa un vero interprete del ruolo.
Infatti questo problema (a detta anche degli esperti commentatori) ed anche qualcosa che riguarda la famiglia possono essere state due cause importanti del suo non felicissimo inizio campionato.
Queste problematiche possono aver influito sulla sua psiche e non aver permesso grandi performance ma comunque dovrebbero essere già in via di superamento.

Un’ultima cosa importante da dire è che la posizione di Giove dissonante con lo Sole,Mercurio e Venere indica la tendenza a faticare per mantenere il peso forma sarebbe quindi utile per lui un continuo controllo dietetico.

Con il dovuto rispetto e con le dovute proporzioni si potrebbe dire che il Napoli abbia trovato un degno erede di quel Totò Juliano bandiera di questa squadra per tanti anni.
I tifosi napoletani, famosi per il loro calore, non facendogli mancare il loro affetto potrebbero fare molto stimolandolo emotivamente ed affettivamente a recuperare smalto e farlo sentire uno di loro!

Per ultimo posso dire che Gokhan Inler ha buone doti di uomo di campo (carriera di allenatore, talent scout, osservatore etc.) e comunque di dirigente in prima linea.
Come direttore sportivo più inteso nei rapporti fra società e squadra, scelta dei giocatori da acquistare, come rapporti da intrattenere con procuratori e colleghi di altre squadre che come intenditore di minusvalenze, contratti e questioni economiche varie.

Antonio Aldebaran

Share

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *